vacanza a valencia

In questo post vorrei parlarvi della mia vacanza a Valencia e di quello che avrei voluto sapere prima di partire. Sono arrivata in questa città decisamente sprovveduta, probabilmente la vacanza che ho organizzato di meno, pensando: “è Spagna, sarà facile”. E invece no, non è affatto facile. Fin dall’inizio ho avuto notevoli difficoltà nel reperire informazioni su come muovermi, cosa vedere, cosa fare e le tradizioni dei suoi abitanti.

Per la prima volta ho scoperto una città giorno per giorno, senza arrivare sapendo già tutto, ma comprendendo piano piano e soprattutto sbagliando. Ogni giorno mi rendevo conto di aver commesso un errore di valutazione, di aver preso il mezzo di trasporto sbagliato, l’hotel sbagliato, il ristorante sbagliato, il negozio sbagliato. 

È una città difficile per chi è abituato a luoghi palesemente turistici come Barcellona, Parigi o Londra. Città dove è facile trovare quello di cui hai bisogno. La verità è che Valencia non è così, sta avendo la sua massima crescita in questi anni a causa della saturazione turistica di Barcellona (meta che resta la mia preferita della Spagna, in attesa di vedere Siviglia). 

Vacanza a Valencia: quello che avrei voluto sapere prima di partire

Valencia accoglie il turista a modo suo, senza addolcirgli la pillola. Lo accoglie con il sapore forte dell’Horchata, lo accoglie tra i murales del Barrio del Carmen, che nascondono il degrado delle sue mura, lo accoglie con negozi vintage sparsi nella città senza un apparente senso logico, lo accoglie senza dirgli “hey, il centro città è lì” ma lascia che lo scopra da solo. Se chiedi qual è il centro, ti indicheranno la parte vecchia della città, lì non troverete il classico Starbucks ad attendervi, o le grandi catene di negozi in fila, piuttosto verrete catturati dalle piccole botteghe artigianali, dai negozi vintage e da pochi negozi di souvenir che dietro vendono articoli per casalinghi così da essere frequentati anche dai residenti.

Valencia è meno turistica di quanto sembri, a partire dal mercato centrale, luogo ingenuamente paragonato al mercato della Boqueria di Barcellona, ma più vicino al mercato che abbiamo tutti sotto casa, un luogo non turistico in cui i residenti comprano carne e pane a prezzi vantaggiosi; dove per 2€ si compra un bicchiere di prosciutto e formaggio e per 1€ un cartoccio di chorizo per due. 

Valencia è tutta da scoprire, giorno per giorno, ma per rendervi la cosa più facile, nei prossimi post vi elencherò tutte le cose da sapere prima di partire. 

Stay tuned 


Hai una vacanza in programma? Lasciati ispirare dalla sezione travel del blog